close




Sul circuito del Montmelò si sono disputate questo fine settimana le gare della Formula 2 e della Formula 3. Ecco cos’è accaduto.

FIA

Drugovich dominatore assoluto

Il mattatore del weekend è stato Felipe Drugovich, senza alcuna discussione. Il pilota brasiliano ha vinto entrambe le gare del weekend, senza neanche partire dalla prima fila, e facendo il tris con la vittoria del 2020. Nella Sprint Race è partito quarto dopo una penalità di tre posizioni che gli ha impedito di partire dalla pole della griglia rovesciata, ma già alla prima curva è riuscito a sfilare primo, conducendo la gara autorevolmente; ma è stato nella Feature Race in cui ha dimostrato veramente il suo talento: partito decimo, ha guadagnato qualche posizione al via, portandosi fino al quinto posto prima delle soste. Ed è stato proprio lì che ha fatto la differenza, perché con una gestione magistrale ha allungato lo stint di sei giri rispetto al leader Doohan. Neanche un errore al pit stop del suo team gli ha impedito di far funzionare l’overcut, perché con le gomme più fresche è stato poi bravissimo a recuperare le posizioni e a vincere con più di cinque secondi di vantaggio su Doohan. Era dal round di Baku del 2016 che un pilota non vinceva entrambe le gare, e in quel caso fu Giovinazzi a fare doppietta. Non benissimo Pourchaire, che era giunto a Barcellona come leader del campionato, ma in entrambe le gare ha chiuso fuori dalla top 5, perdendo tantissimi punti da Drugovich. Adesso il pilota brasiliano comanda la classifica con 86 punti, ventisei in più del francese, mentre Daruvala resta terzo a 41 nonostante il ritiro in Gara 2 per un problema di affidabilità.

In Formula 3 invece i contendenti per il titolo sono stati più inclini a scambiarsi le posizioni: nella Feature Race del sabato Martins si è ritirato per un problema di affidabilità, favorendo Crawford (secondo), Leclerc (quarto) e Stanek (ottavo). Nella Sprint Race della domenica, invece il francese della ART, gioiello della Alpine, ha dominato alla grande dopo una gran partenza, in cui ha bruciato il poleman Stanek. Il pilota ceco ha comunque chiuso secondo, approfittando della pessima gara di Leclerc (evidentemente la fortuna non era di famiglia sul circuito catalano), che prima ha avuto una pessima partenza, poi si è toccato con Vidales, e infine ha preso una penalità di cinque secondi, scivolando fuori dai punti. Ora la classifica recita: Martins 62, Stanek 56, Crawford 50, Hadjar 47 e Leclerc 43.

FIA

Rookie alla ribalta

Vanno poi segnalate alcun eccellenti prestazioni di alcuni rookie. In primis, la straordinaria vittoria di David Vidales nella Sprint Race di F3, che, partito in pole grazie alla griglia rovesciata, ha condotto autorevolmente la gara difendendosi da Crawford, ottenendo così un bellissimo successo sul circuito di casa. Sempre in Formula 3 sono state impressionanti le due rimonte di Zane Maloney: il pilota delle Barbados è stato squalificato dalle qualifiche dopo che non si è presentato alla pesa dopo essere stato chiamato dai commissari. In entrambe le corse è riuscito a rimontare dopo essere partito dalla pitlane fino a centro gruppo, anche se purtroppo non è riuscito ad ottenere punti.

In Formula 2 invece è da segnalare la prestazione di Doohan, che venerdì ha ottenuto la sua prima pole in campionato. In gara ha lottato con Drugovich, ma il brasiliano era in stato di grazia e non è riuscito a batterlo. Anche Vesti è stato autore di una gara molto solida, chiudendo sul podio la Feature Race, mentre Sargeant ha conquistato un terzo e un quarto posto. Buone le gare anche di Iwasa (secondo in Gara 1) e di Novalak (quinto in Gara 2).

Classifiche

Per quanto riguarda la Formula 2, questa tornerà in scena già la prossima settimana, sul prestigioso tracciato di Monaco, per il Gran Premio di Montecarlo. La Formula 3 si prenderà invece un mese e mezzo di pausa, e tornerà a contorno del GP di Gran Bretagna, sul circuito di Silverstone, nel weekend 1-3 luglio. Di seguito, le classifiche del weekend.





Tags : Barcellonaf2f3Formula 2Formula 3gp spagnaMontMelò
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E (categoria per cui sono accreditato FIA), la Formula 2 e la Formula 3