close
4 RuoteFormula 1Su pista

Verstappen torna e si prende le FP2 del GP di Abu Dhabi davanti a Russell e Leclerc





Max Verstappen è tornato al volante della sua RB18 e si vede. L’olandese, che nel corso della prima sessione di prove libere del GP di Abu Dhabi di Formula 1 aveva ceduto la sua monoposto a Liam Lawson, si prende la vetta della classifica nelle FP2 chiudendo la sessione con un 1’25”146 che per il momento fa una discreta selezione sulla diretta concorrenza.

fp2
© F1

Alle spalle del campione del mondo c’è George Russell, che a onor del vero ha incontrato non poco traffico nel terzo settore durante il giro completato in 1’25”487. Il #63, ancora matematicamente in lizza per il secondo posto nella classifica piloti, è riuscito a mettersi dietro sia Charles Leclerc – 3° in 1’25”999 – sia Lewis Hamilton, 4° dopo avere conquistato la prima posizione nelle FP1. Non va oltre la 5^ posizione Sergio Perez, in lotta con Leclerc e Russell per la piazza d’onore nel campionato, mentre Carlos Sainz rientra in possesso della sua Ferrari e chiude al 6° posto in 1’25”932. Alle spalle del #55 c’è la coppia Alpine formata da Esteban Ocon e Fernando Alonso, mentre Daniel Ricciardo – dato ormai come rientrante in Red Bull nel ruolo di terzo pilota – chiude 9° davanti a Valtteri Bottas.

Appena fuori dai primi dieci c’è Lando Norris, a precedere Sebastian Vettel (che ha vanificato il proprio tentativo di giro veloce finendo lungo alla staccata di Curva 6) e Guanyu Zhou mentre Lance Stroll chiude 14° davanti a Yuki Tsunoda e Alexander Albon, piombato al 16° posto dopo le positive FP1. Mick Schumacher, alle prese con quello che potrebbe essere il suo ultimo fine settimana di Formula 1 del suo prossimo futuro, chiude 17° davanti a Kevin Magnussen, mentre Pierre Gasly non va oltre la 19^ piazza davanti a Nicholas Latifi, ai titoli di coda della sua avventura nel Circus e ultimo in classifica anche nelle FP2 del GP di Abu Dhabi. 

Per quanto riguarda il passo gara, sono Mercedes e Red Bull a fare la voce grossa nel tardo pomeriggio di Yas Marina. Verstappen e Perez, muniti di Pirelli Medium C4, sono parsi gli unici in grado di girare agevolmente – e con costanza – sul passo dell’1’30”, venendo imitati piuttosto bene tanto da Russell quanto da Hamilton: gli alfieri Mercedes solo sporadicamente sono saliti oltre la soglia dell’1’31”, dando quindi l’idea di poter rompere le uova nel paniere di Milton Keynes. Più indietro, invece, le Ferrari: sia Sainz che Leclerc hanno infatti lamentato un degrado eccessivo delle gomme, con le F1-75 che girando sul piede dell’1’31” basso sono parse più vicine alle Alpine – apparentemente nel ruolo di 4^ forza del weekend – che non a Mercedes e Red Bull.

Ecco la classifica completa al termine delle FP2, ed ecco invece tutti gli orari del weekend:

fp2
© F1




Tags : f1f1 2022formula 1fp2fp2 gp abu dhabigp abu dhabi
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow